Rifugi   


2.470 m – Lago Serrù, Valle Orco

 

 

Rifugio non custodito

Richiesta chiavi

  Il rifugio Pian della Ballotta sorge sopra un piccolo sperone roccioso alla destra idrografica del canalone detto Piccolo Colluret, alla testata della Valle dell’Orco ed al fondo del Lago formato dalla diga del Serrù. Il rifugio è una costruzione in muratura con tetto terrazzato e vista a picco sul lago. La costruzione, di proprietà della Sede Centrale del CAI, è stata riadattata dalla Sezione di Rivarolo Canavese, restaurando il preesistente fabbricato militare, che fungeva da presidio per le guardie di frontiera e che fu gravemente danneggiato durante la seconda guerra mondiale. Il rifugio è stato inaugurato il 7 settembre 1969.     Il rifugio si dispone su due piani, così suddivisi:   1) al piano superiore un locale singolo che contiene:

-          il cucinino, -          i tavoli, -          i letti a castello, -          il riscaldamento con stufa a legna -          il fornello per cucina a gas con bombole

  2) al piano inferiore, seminterrato, si trovano due stanze:

-          lo scantinato per il deposito della legna -          il locale con posti letto supplementari.

  L’acqua ed il lavandino sono disponibili sul terrazzino esterno. L’acqua scorre solo nel periodo estivo e non è sottoposta a controllo sanitario. Il servizio igienico è esterno e collocato sul balcone. L’illuminazione elettrica a 24 V è prodotta con pannelli fotovoltaici.     Escursioni effettuabili dal rifugio:   - Cima del Carro - Cima d’Oin - Cima della Vacca - Grande e Petite Aiguille Rousse - Punta della Galisia - Punta Bousson   Traversate:   - Colle della Losa oppure colle della Galisia e Refuge du Prariond nel Parc National de la Vanoise in Val d’Isère.       Località           ...............        Lago del Serrù, alta Valle dell’Orco, Comune di Ceresole Reale

Proprietà         ...............       rifugio gestito dal CAI Sezione di Rivarolo Canavese                                               casella postale n. 41, 10086 Rivarolo Canavese

Accesso         ...............         Dalla diga del Serrù, partendo dal secondo tornante, 2.292 m. Tempo di salita           ......     40 minuti Posti    ........................           Posti letto n°  15 con materassi e                                                coperte

 

Apertura          ...............   Il rifugio è chiuso a chiave tutto l'anno.

Le chiavi si possono ritirare, con pagamento della tariffa, presso il bar Stella Alpina, Borgata Villa 13, 10080 Ceresole Reale (TO), tel. 0124.95.31.32

 Nel periodo estivo è possibile entrare nel Rifugio Pian della Ballotta, sia per il pernottamento, sia per un uso diurno, seguendo le istruzioni indicate. Per agevolare gli escursionisti e gli alpinisti, le chiavi sono reperibili e devono essere riconsegnate presso uno dei 3 punti, a seconda dell’itinerario che si ha intenzione di percorrere:

 

  •  bar Stella Alpina                borgata Villa 13 ,         Ceresole Reale,         tel. (0039) 0124 95 31 32
 
  •  Rifugio Città di Chivasso    al Colle del Nivolet,     Ceresole Reale,      tel. (0039) 0124 95 31 50
 
  •  Refuge du Prariond            Val d’Isere                                                   tel. (0033)   479 06 06 02

 

 

Cartografia      ...............         IGM foglio 41, tavola Colle del Nivolet - IGC n. 3 Parco

                                                 Nazionale del Gran Paradiso

 

 

 

Accesso estivo: Il rifugio è collocato al fondo del Lago del Serrù, nel comune di Ceresole Reale.

La zona non è servita da mezzi pubblici, tranne nelle domeniche estive. Ceresole Reale capoluogo è invece raggiungibile anche coi mezzi pubblici, le autolinee e ferrovia Satti, con corse che partono da Torino o da Ivrea e con cambio vettura a Pont Canavese.

In automobile dirigersi verso la Valle Orco transitando da Pont Canavese. Oltrepassare l’abitato di Ceresole Reale e proseguire lungo la strada che conduce al Colle del Nivolet. All’altezza della diga del Lago Serrù lasciare l’automobile al secondo tornante, dove si nota uno spiazzo delimitato al fondo da un muro in pietra con cartello che illustra il sentiero internazionale per il Colle della Losa. Da questo punto è visibile il Rifugio posto a metà della parete di roccia che dal Piano della Ballotta scende verso il lago, alla sinistra visiva del Gran Colluret. Dal parcheggio seguire la traccia che risale il pendio erboso fino alla sommità (quota 2.401). Il sentiero prosegue a mezza costa sul lago, attraversando parte dei reticolati risalenti alla seconda guerra mondiale. Accostatosi ad una bastionata rocciosa, il percorso diviene attrezzato con corde e scalini. Da qui e con breve salita il sentiero si porta nei pressi del Piccolo Colluret, attraversandolo e giungendo al rifugio con una scalinata.

 

Accesso invernale: nel periodo invernale, dal 15 ottobre al 15 maggio circa, a seconda dalle condizioni di innevamento, una sbarra, posta dopo la borgata Chiapili di Sopra, a circa 1.800 m.s.l.m., preclude al transito automobilistico la strada per il Colle del Nivolet. Tuttavia, con gli sci da scialpinismo ai piedi, è possibile raggiungere la diga del Serrù in circa due ore, seguendo approssimativamente il percorso della strada asfaltata. Dalla diga occorre aggiungere ancora 1 ora per raggiungere il rifugio. La salita richiede neve sicura nell’ultimo tratto (pericolo di slavine nei canali).   

 

 

 

 

Cartina  Piantina